Famiglia di circensi fa battezzare i figli a Città di Castello

I gemelli, Alessandro e Michelle Niemen, figli di Rony e Roberta Bellucci del Circo Oscar Orfei


Famiglia di circensi hanno scelto il Santuario della Madonna di Belvedere per il battesimo dei loro figli. Un vero e proprio evento per la comunità di Frati Cappuccini ed in particolare per padre Giuseppe Rosati, “frate clown”, conosciuto ed apprezzato anche in ambito nazionale per la per la sua vicinanza al popolo circense, che lo scorso mese ha celebrato quaranta anni di professione religiosa. Un battesimo di bambini del Circo non era mai accaduto fino ad ora nella pur secolare attività del Santuario.
I gemelli, Alessandro e Michelle Niemen, figli di Rony e Roberta Bellucci del Circo Oscar Orfei, hanno infatti ricevuto sacramenti e acqua santa direttamente dalle mani di Padre Giuseppe Rosati e Monsignor Giancarlo Lepri, parroco della Cattedrale che ha concelebrato la toccante cerimonia religiosa. Un momento significativo, unico, anche per la storia che ha preceduto questo inedito evento per il Santuario di Belvedere: la famiglia Bellucci incontrò per la prima volta padre Giuseppe nel 1987 dopo la popolare trasmissione di Rai Uno, Fantastico, dedicata in parte alla sua passione e vicinanza al mondo circense. La mamma dei gemelli aveva l’età dei bambini battezzati oggi.
A distanza di tanti anni tutti coloro che fanno parte della compagnia e famiglia del Circo Oscar Orfei, che sarà a Città di Castello dal 23 Novembre al 3 Dicembre, si sono ritrovati al Santuario di Belvedere in questa straordinaria occasione.
“Non avrei mai pensato di vivere questo momento assieme a tutta la famiglia Orfei, a bambini che ho battezzato, accompagnato alla prima comunione e alla cresima e che ora sono grandi”, ha esclamato commosso Padre Giuseppe Rosati, pronto a celebrare una messa sotto il tendone del circo quando arriverà in città come è già avvenuto due anni fa in occasione della festività di Ognissanti.
“Padre Giuseppe ha vissuto diversi anni nel mondo circense e credo in modo intenso con queste famiglie: ha celebrato quindi con intensità, familiarità, partecipazione questo evento del battesimo. Per lui penso sia stata una festa di …famiglia. A me ha colpito molto vedere l’aspetto umano, spirituale di queste famiglie di artisti, che, eccezionali nel momento dello spettacolo, sono tanto sereni e umani, normali negli eventi importanti della loro vita”, questo è il commento di Monsignor Giancarlo Lepri, che ha racchiuso il senso di un evento unico per il Santuario di Belvedere e per Padre Giuseppe Rosati, “Nomade di Dio” e “Frate Clown”…