Il Circo di Vienna, continua il braccio di ferro: e il debutto slitta

Il braccio di ferro al momento ha avuto i suoi effetti, annullando la data del debutto

Debutto spostato. Il Circo di Vienna avrebbe dovuto aprire il tendone al pubblico mercoledì sera alle 20 ma non sarà così. Dopo la lettera inviata dall'Ufficio Patrimonio del Comune di Cesena all'Ippodromo, che ospita da giorni il circo con tutti i professionisti e gli animali, in cui si invitavano i dirigenti dell'Hippogroup al rispetto di alcuni principi come la custodia di un bene pubblico in assenza delle dovute autorizzazioni, il tour manager del Circo di Vienna ha deciso di rinviare il primo spettacolo per capire se, nonostante tutto, ci siano ancora i presupposti per far partire lo spettacolo oppure ricorrere subito alla decisione del Tar e, quindi, andare per vie legali.

Il Circo di Vienna, infatti, è sicuro di avere le carte in regola per poter esibirsi (ci sarebbe anche il fatto che una richiesta che il manager dice di aver spedito dal portale Suap non sarebbe mai arrivata) mentre il Comune ha un'altra opinione in merito. Pensa che non siano mai state effettuate le giuste richieste e quindi non ha concesso l'autorizzazione. Un braccio di ferro che al momento ha avuto i suoi effetti, annullando la data del debutto. Ma è una situazione in divenire e proprio in queste ore si attendono altre novità.