NAPOLI CAPITALE DEL CIRCO A NATALE: IN CITTA' TRE MEGA-SHOW

I tre più grandi circhi italiani, con spettacoli "rafforzati" come da tradizione per il periodo delle festività, hanno scelto Napoli e il calore dei campani per la tappa natalizia.
Dei grandi complessi del Bel Paese mancherà dal capoluogo partenopeo soltanto il Medrano che invece ha scelto Roma.
Alle porte di Napoli, a Licola, al Pareo Park, dal 22 dicembre comincerà gli spettacoli il "Circo Americano" che porterà in Campania due treni speciali, 100 automezzi, un tendone da 2000 metri quadri e 2000 posti a sedere, 50 animali di quattro continenti e, unico in Europa, le 3 piste per un mega-show da due ore. Un centinaio di artisti provenienti da Mongolia, Ucraina, Russia, Svizzera, Romania, Portogallo e Italia per un tappa che andrà avanti fino al 28 gennaio 2018.
Al "Circo Americano" risponde il "Moira Orfei" che, in occasione della permanenza a Napoli alla "Mostra d'OltreMare" da oggi e fino al 4 febbraio, rimette in pista il coinvolgimento diretto di Brigitta Boccoli, moglie dell'eccellente addestratore Stefano Orfei Nones, il "principe italiano della gabbia" che è figlio dell'indimenticabile Moira. Ma la società Nones Orfei - Montemagno, per combattere la grossa concorrenza, ha pensato ad altre novità. Innanzitutto il ritorno del mega e funzionale chapiteau giallo e nero che ha sempre contraddistinto la presenza di Moira Orfei, poi l'ingaggio di Ottavio Belli, uno dei principali maghi e illusionisti del panorama europeo, che personalmente si esibirà in tutti gli spettacoli.
Ma i napoletani, in questo periodo di festività a cavallo fra 2017 e 2018, avranno davvero da divertirsi e da strabuzzare gli occhi. In città, anzi per essere più precisi nell'hinterland, all'Auchan di Giugliano dal 22 dicembre, ci sarà anche il "Miranda Orfei" della famiglia di Darix Martini. Nel terzo, ma non in ordine di merito, dei colossi circensi italiani sono in arrivo importanti attrazioni anche per sopperire alla tournèe in Germania dei Flyng Martini, la troupe di trapezisiti in cui spiccano i pluripremiati Maicol e Angela Martini.

DI PIETRO MESSANA

Commenti