Papa Francesco regala per il suo compleanno il circo ai bambini

È con «i piccoli principi» che Papa Francesco ha voluto festeggiare i suoi ottantun’anni. Con quei piccoli che sono principi, però, non secondo le logiche del potere e della ricchezza: lo sono invece nel criterio cristiano suggerito da Antoine de Saint-Exupéry. Perché, domenica mattina, 17 dicembre, nell’aula Paolo  VI, il “motore” del dispensario vaticano di Santa Marta, suor Antonietta Collacchi, ha presentato a Francesco trecentottanta bambini, assistiti da una schiera di volontari, con lo stile del Piccolo principe creato dallo scrittore francese: «Non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi».
Per ringraziare della festa Francesco ha voluto, lui per primo, fare un regalo ai bambini: quattrocento biglietti gratuiti per assistere allo spettacolo del Circo Rony Roller, allestito in via di Torrevecchia a Roma.
«Per noi è una gioia accogliere i bambini meno fortunati e le loro famiglie, aiutandoli a trovare un sorriso perché c’è davvero bisogno di gioia vissuta insieme» confida Alberto Vassallo, direttore del circo, ricordando che l’11 gennaio l’invito sarà rivolto a duemila emarginati che vivono per le strade della città. Due giocolieri e il simpaticissimo clown Mirko hanno offerto un’anteprima dello spettacolo, portando un momento di divertimento in aula Paolo VI. E coinvolgendo nei loro numeri anche Francesco, che si è lasciato andare a più di una risata.