A Terni "Alcatraz" lo show di Psychiatric Circus

Spettacoli in programma dal 25 al 28 Gennaio, in Via Del Centenario

A distanza di due anni sono tornati a Terni gli artisti di Psychiatric Circus con il nuovo spettacolo "Alcatraz". Titolo inevitabile visto che tutto lo show è una lunga ambientazione nella prigione resa celebre da Clint Eastwood.

E'  uno spettacolo inedito a metà tra circo e teatro, con un ricco cast internazionale di acrobati, artisti circensi e attori teatrali, accompagnato  da una colonna sonora aggressiva.

Lo spettacolo racconta le vicende dei detenuti di “Psychiatric-Alcatraz”, persone trasformate in codici e corpi che subiscono abusi e soprusi, fino a diventare contenitori vuoti. Lo fa utilizzando tutti le armi del circo: numeri acrobatici, la danza, esercizi di forza, cabaret. Due ore che restano scolpite nella mente e che suscitano nello spettatore emozioni a non finire.

Cast di rilievo assoluto composto  da 21 artisti di livello internazionale. "Psychiatric" nasce da una costola circense, nel 2015. Si tratta, infatti, di una esperienza  a metà fra il circo e il teatro e, questo secondo spettacolo, permette agli artisti di tornare in quelle città  che avevano decretato il successo clamoroso dell'originale, "Psychiatric".

Lo show è prodotto da Loredana Bellucci e Mario Medini,  è diretto da Sandy Medini, che si avvale della collaborazione di  Alberto Gamberini  e Davide Pedrini. Le coreografie  sono di Claudio Grimaldi, le musiche originali di Alberto Masoni. Le scenografie sono di  Jarold Niemen.

"E' uno spettacolo molto importante -dice la regista Sandy Medini - perché  facciamo vivere la vita dei carcerati all'interno di un tendone e, soprattutto, perché, come Psychiatric, denunciamo fatti realmente accaduti. Sul palco si esibiscono artisti internazionali premiati nei festival circensi europei e non, si vedranno attrazioni originalissime".

Il tendone "Pychiatric" resta a Terni, in via del Centenario, fino a domenica 28 gennaio.

Spettacoli in programma il 25, 26, 27 gennaio, ore 21 e domenica 28 gennaio, ore 17.