Stéphanie di Monaco e il grande amore per il circo

La principessa torna alla sua prima passione, che ha trasmesso alla secondogenita Pauline. Eccola alla prese con una giraffa all'inaugurazione della nuova edizione del Festival International du Cirque de Monte-Carlo

Una principessa che accarezza una giraffa. Succede a Monaco, alla presentazione della 42esima edizione del Festival International du Cirque de Monte-Carlo (in programma dal 18 al 28 gennaio, ndr), fondato dal principe Ranieri III. Protagonista, Stephanie di Monaco che, avvolta in un felpone blu, capelli raccolti e poco trucco, torna al suo primo grande amore: il circo. Dalla morte del padre è, infatti, lei a essere il presidente della rassegna.
Ma il legame per tendoni e animali passa anche per le sue relazioni passate. C’è stato un anno – il 2001 – in cui Stéphanie ha sperimentato fino in fondo la vita da circense. In roulotte, in giro per tutta Europa, al seguito del compagno, domatore di elefanti, Franco Knie. Per poi sposare nel 2003 Adans Lopez Peres, artista di circo portoghese (la loro unione durerà solo un anno, ndr). Così al ritorno a Monaco, la figlia più piccola di Grace Kelly non poteva che portare avanti la passione del padre. Passione che ha trasmesso anche alla sua seconda figlia Pauline (nata dal primo matrimonio con l’ex bodyguard Daniel Ducruet; il primogenito è Louis, 25, e poi c’è Camille, 19, avuta dall’ex capo della sicurezza dei reali monegaschi Jean-Raymond Gottlieb).
La 23enne ha infatti raccontato di ricordare ancora i giorni, poco dopo Natale, al circo con nonno Ranieri, quando lei era poco più di una bambina. «Tra noi scattava un feeling immediato quando cominciava a parlarmi di clown, di leoni, di cavalli», ha spiegato. «E mia madre mi racconta che faceva lo stesso con lei». Del resto Stéphanie, la ribelle, ha sempre preferito le paillettes del circo a quelle del Principato.