Lucca, polemica infinita per il circo «Ai bambini piace con gli animali»

Dopo lo stop del Comune compare uno striscione contro il sindaco: «Vergogna»

«Ai bambini piace il circo con gli animali: sindaco e giunta, vergogna». Questo il contenuto dello striscione anonimo apparso domenica mattina nel piazzale Don Baroni di Lucca, dove da martedì scorso (e fino al prossimo 2 aprile) si trova il Circo Medrano. Un messaggio, quello contenuto nello striscione, che è una risposta alla decisione del Comune di proibire la presenza di circhi che utilizzino animali nei loro spettacoli e che proprio in questi giorni, in concomitanza con l’arrivo del Medrano, è tornata di attualità.

La decisione
Il Tar della Toscana, infatti, ha sancito la bontà della delibera approvata dall’amministrazione Tambellini nel febbraio 2017, respingendo il ricorso della società Leonida srl. Per effetto di questa sentenza, arrivata mercoledì dopo che il Medrano aveva già montato tutti i suoi tendoni nell’area del piazzale Don Baroni, il Comune ha diffidato la compagnia dall’utilizzare animali, intimandone anche lo spostamento in un’altra zona al di fuori del territorio comunale. Solo in un momento successivo, stante l’impossibilità per il circo di trovare su due piedi un luogo in grado di accogliere circa 90 animali e anche per risparmiare loro lo stress di uno spostamento improvviso, il Comune ha concesso al Medrano di lasciare gli animali al loro posto a patto di non impiegarli nei suoi show. Una soluzione, questa, accolta con soddisfazione dalle associazioni animaliste di Lucca, ma evidentemente - striscione docet - c’è anche chi la pensa al contrario.