"Ci hanno accusato di drogare le nostre tigri e poi sono passati alle mani”, parla la titolare del circo

Marina Monti Condesnitt racconta la sua versione dei fatti e non ci sta che i suoi collaboratori siano stati bollati come persone violente. “Anche io sono dovuta andare al Pronto Soccorso”

“Avete drogato gli animali, siete dei bastardi, degli infami” sono queste le parole che avrebbero proferito alcuni visitatori durante l’intervallo dello spettacolo circense impegnati nella visita agli animali.
Non ci sta, Marina Monti Condesnitt, titolare del circo, a far passare i suoi collaboratori per gli aggressori nella rissa avvenuta nella serata di ieri all’interno del tendone situato a Surbo.
Avete parlato di parapiglia nel vostro articolo – prosegue la signora Monti Condesnitt – e vi ringrazio delle parole garbate; in realtà si è trattato di un’autentica rissa al termine della quale anche io mi sono recata al pronto soccorso dell’Ospedale ’Vito Fazzi’ per farmi refertare, essendo stata aggredita dal marito, o compagno, di una donna che durante la visita ai nostri animali, ha pensato bene di offendere, appellandoci con numerosi improperi.
Siamo abituati e rispettiamo le posizioni animaliste, ma ieri non si è trattato di una contestazione, bensì di un’aggressione della quale, ripeto, siamo stati vittime la sottoscritta, il mio anziano zio e il domatore di alcune tigri che è stato offeso in tutti i modi possibili e immaginabili.
La proprietaria, ha tenuto a precisare, altresì, che gli animali impegnati nello spettacolo, lungi dall’essere drogati o maltrattati sono tenuti in condizioni esemplari anche perché i controlli degli organi preposti sono stringenti e quasi quotidiani.

Commenti