La magia del Cirque Bidon incanta Rimini

La carovana si fermerà fino al primo luglio
Dal grandioso Circo di Al Mèni, allestito questo weekend nei pressi del GrandHotel, ai minuscoli carrozzoni del Cirque Bidon, spuntati come gnomi nei pressi del Ponte di Tiberio, sembra che a Rimini la magia la faccia da padrona in queste notti fresche di inizio estate. E non viene in mente un set migliore della città romagnola, che nel 1920 diede i natali a colui che del circo fu appassionato cantore e poeta: il maestro Federico Fellini.

Sarebbe piaciuto molto, al maestro, lo spettacolo scanzonato e surreale messo in scena dagli artisti del Cirque Bidon, capitanati dall’anziano fondatore François Bidon: un elogio della lentezza che ben si adatta allo spirito di questo angolo di Riviera, dove le biciclette sono il mezzo di trasporto prediletto e non di rado ci si ferma ad ammirare il mare all’orizzonte o i tramonti infuocati che colorano il cielo sopra il faro.
Entrez dans la danse! è un susseguirsi di numeri strampalati, eseguiti da artisti che dialogano continuamente con il pubblico, addirittura coinvolgendo direttamente alcuni spettatori presi a caso tra gli spalti gremiti. È un sogno a occhi aperti, tenero e appassionato, in cui trovano spazio animali che nessuno penserebbe mai di vedere in un circo: asinelli, galline e altri volatili ammaestrati. E poi canzoni, poesie, previsioni meteo inverosimili, giocolieri, valigie che si animano improvvisamente e creature bizzarre che spuntano dai comignoli.

Circa due ore di applausi, risate spensierate e qualche lacrima che, forse, spunterà sul viso di chi bambino non è più, ma è rimasto bambino nel cuore. La carovana del Cirque Bidon si fermerà a Rimini fino al primo luglio, per poi ripartire alla volta di altre destinazioni in Romagna e nel resto della regione. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito web www.tuttimattipercolorno.it.