La Cittadella si trasforma in Alcatraz: sul Tirreno il coupon per assistere gratis alla prima

Il penitenziario diventa un circo-teatro. Nel cast anche Ruffini di Simone Pierotti

Quasi un mese di programmazione. Tanto rimarranno nel piazzale della Cittadella del Carnevale a Viareggio gli artisti “Alcatraz”: suggestivo ibrido fra circo e teatro, parte domani sera e andrà avanti fino al 27 agosto. E la “prima” di domani, oltretutto, per i lettori de Il Tirreno sarà a ingresso libero (fino a esaurimento posti): potranno entrare grazie al coupon omaggio che sarà pubblicato sull’edizione di domani (3 agosto).

Ma cosa devono attendersi gli spettatori? Qualcosa di profondamente diverso dai soliti canoni. Ambientato tra le mura del celebre penitenziario di San Francisco e portato in scena dalla storica famiglia di circensi Medini, “Alcatraz” è uno spettacolo a metà tra circo e teatro e si propone come novità assoluta, con tanta interazione con il pubblico e, soprattutto, con un cast di acrobati e attori provenienti dall’Italia e dall’estero. Sul palco finiranno le vicende dei detenuti di “Alcatraz, trasformati in codici e corpi che subiscono abusi e soprusi, fino a diventare contenitori vuoti. Ma all’interno di quelle mura chi è il vero criminale? Chi disobbedisce alle regole della società o un’istituzione contraddittoria e ipocrita che si prefigge lo scopo di punire senza sofferenza? Per il direttore del penitenziario non vi sono dubbi: chi si trova in stato di detenzione è un fuorilegge, e come tale va trattato. Un pugno nello stomaco, con l'accompagnamento di musiche originali dalle sonorità rock, che non mancherà tuttavia di divertire lo spettatore.

“Alcatraz porta dentro temi di stringenti attualità come la colpa, il perdono, la pena: coinvolge appieno lo spettatore. Non si può dire ‘vado a vedere lo spettacolo’: sarà un’esperienza totalmente diversa”. Parola di Paolo Ruffini, che vestirà i panni del direttore del penitenziario. Ma solo per alcune date: l’attore livornese reso celebre dalle esilaranti rivisitazioni di film di “Io? Doppio” salirà sul palco a fianco degli altri artisti di Psychiatric Circus il 6, 13, 20 e 27 agosto. Nel cast figura anche Alberto Gamberini, attore teatrale che ha lavorato per dieci anni con Paolo Poli e che curerà la parte di drammaturgia oltre a fare da assistente alla regia. Regia che invece è affidata a Sandy Medini: "Il nostro intento è quello di proporre uno show dalle tinte forti che però riesca a coinvolgere e divertire il pubblico – spiega Medini, che di "Alcatraz" è anche direttrice artistica –. Acrobatica, teatro e cabaret rappresentano i punti chiave dai quali partire per raccontare storie grottesche, esperienze amare .

Lo spettacolo, che durerà due ore (più quaranta minuti di pre-show), per le tematiche affrontate e per l'intenso coinvolgimento richiesto al pubblico è vietato ai minori di 14 anni. Non per questo, però, mancherà l’intrattenimento anche per bimbi e ragazzi: nei pomeriggi che precederanno le repliche di “Alcatraz” gli artisti del circo proporranno una vera scuola circense interagendo con acrobazie e numeri speciali. Saranno attivi anche i laboratori della cartapesta per far scoprire ai più piccoli anche l’arte della costruzione dei carri allegorici del Carnevale di Viareggio.

I biglietti sono disponibili in prevendita su www.psychiatricircus.com e direttamente alla cassa prima degli spettacoli (orari botteghino: dalle 18 alle 21:30, domenica dalle 15 alle 18:30). La serata di apertura, come detto, sarà però a ingresso libero per i lettori del nostro giornale: sarà sufficiente presentarsi con il coupon che verrà pubblicato sull'edizione di domani, salvo esaurimento dei posti disponibili.

Commenti