Breaking News

GIRAFFA MORTA A IMOLA, ASSOLTO IL CIRCO

Sono stati assolti oggi dal tribunale di Bologna i due titolari del Circo Martini, imputati per la morte della giraffa Aleksandre, avvenuta dopo la fuga per le vie di Imola, nel settembre del 2012.
Dopo più di 6 anni finalmente giustizia è stata fatta e come sempre succede, nonostante le tante inutili e false diffamazioni, il circo ne esce vincitore.

Ricordiamo i fatti. 
“Il Circo Rinaldo Orfei è arrivato nella città di Imola nella serata di ieri, intorno alle ore 22-22.30. Prima di tutto, come sempre accade, sono stati sistemati gli animali, compresa la giraffa, collocata nel suo recinto e in tutta sicurezza”, spiega Aldo Martini responsabile del circo in questione. “Questa mattina, appena è stato dato l’allarme a seguito della fuga della giraffa, ci siamo per prima cosa recati nel recinto constatando che era stata tagliata la cinghia che si utilizza per fissare la recinzione e abbiamo trovato il cancello aperto”, aggiunge Aldo Martini. “Non si è dunque trattato di ‘trascuratezza e superficialità’, come ha dichiarato il sindaco di Imola (qui il link all’articolo del Corriere che riporta le parole del primo cittadino) un po’ troppo frettolosamente e superficialmente, ma di altro. Qualcuno ha voluto creare questo drammatico incidente forse proprio per danneggiare il nostro circo e l’immagine del circo in generale”. A questo riguardo Martini riferisce di minacce, sottoforma di scritte spray dai contenuti animalisti, subite lo scorso febbraio nella città di Lucca e di cui sono a conoscenza anche i carabinieri del luogo, che hanno gravemente rovinato tutti i mezzi del circo”.
“Nel tardo pomeriggio mi sono recato al Commissariato di Polizia di Imola per presentare denuncia contro ignoti, ma gli agenti mi hanno invitato a presentarmi domattina, cosa che farò subito”, precisa ancora Aldo Martini. Il quale dice la sua anche a proposito delle dichiarazioni del sindaco di Imola: “Non trovo corretto che, a caldo e senza conoscere appieno i fatti, lanci accuse tanto gravi contro il circo e i circhi in generale. Vorrei anche precisare che il sindaco di Imola si era detto disponibile, prima di quanto accaduto oggi, a partecipare al debutto del circo previsto per il 4 ottobre”.
A proposito delle fasi di cattura e dell’anestetico somministrato alla giraffa, puntualizza ancora Aldo Martini, “il circo non ha avuto alcun ruolo; sono intervenuti dei veterinari del luogo e tutte le operazioni sono state seguite dalla Forestale fino al decesso della giraffa”.
“Non accettiamo che si speculi su questa disgrazia che prima di tutto colpisce noi del circo e ci addolora enormemente perché quella giraffa, come tutti gli altri animali che abbiamo, viveva con noi 24 ore al giorno e noi trattiamo meglio gli animali di noi stessi. Ma sappiamo bene che la tragedia non può fermare la nostra attività e che dobbiamo andare avanti”, conclude Martini."