Breaking News

header ads

Con il circo si realizzano i sogni

In occasione delle feste natalizie un tendone ricco di umanità e divertimento

La nostra associazione no profit "Arte dell'Assurdo" si occupa di promuovere sul territorio di Mantova eventi artistici, culturali a scopo sociale. Poche parole della presidente Annalisa Venturini per confermare il ruolo di un sodalizio che in pochi anni ha realizzato iniziative ed eventi sempre a sfondo culturale-sociale.
Così il percorso non si ferma. Tanto che dopo il successo ottenuto con lo spettacolo "Psychiatric Circus" a Boccabusa, l'associazione in collaborazione con la famiglia Medini-Bellucci e con Carlo Bottani sindaco di Curtatone ha lanciato l'idea di "Christmas Circus Sognando il Natale...".
"Si tratta di un evento a tema natalizio - sottolinea la Venturini - rivolto a famiglie e bambini con fragilità e non, e sarà realizzato in collaborazione con Parco Cecilia di cui siamo Partner".
Dentro al tendone ricco di colori natalizi, oltre allo spettacolo circense, teatro e clownerie, verranno coinvolti gli alunni delle scuole primarie e i bimbi disabili che saranno protagonisti di un corso gratuito di circo didattico inclusivo. Al termine sarà programmato uno show con la partecipazione degli stessi.
"Questo progetto vede il Comune di Curtatone protagonista di un evento unico in Europa ed è proprio per questo motivo che vorremmo diventasse un appuntamento annuale del periodo di dicembre".
Dal 25 dicembre al 13 gennaio 2019 l'area del Centro Commerciale "Quattro Venti" ospiterà quindi "Christmas Circus". I promotori auspicano che il Natale possa far risplendere la luce nei cuori di chi soffre, riaccendere i sogni di chi non è più in grado di sognare, donare forza e coraggio a chiunque ne abbia bisogno.
Cosa occorre per raggiungere questo importante obiettivo? "Un pò di follia, forse si, anche quella ci servirà...- ribadisce la presidente - Un colorato tendone, un venditore di sogni, che siamo riusciti a convincere a tornare, perchè in questo mondo siamo ormai quasi tutti sprovvisti di sogni e i nostri cassetti ormai vuoti.
"Confondiamo i sogni con i cartelloni pubblicitari che offrono telefonini e tecnologie varie sempre più sofisticate. Sono forse questi i sogni cui aspiriamo?".
Il gruppo di lavoro dell'originale spettacolo confermano che i sogni saranno resi tali grazie alle atmosfere delicate e poetiche che si riuscirà a creare con giovani e talentuosi artisti che distribuiranno sorrisi e trasmetteranno al pubblico la loro gioia di vivere.
Il venditore di sogni riuscirà a trasformare: un clochard ormai arreso in un acrobata contorsionista; una ragazza ormai consumata da alcol e droghe in una ballerina sulle punte; un nevrotico, antipatico e pallido impiegato di una banca in un irresistibile clown; un pessimista cronico che vede tutto tragicamente scuro ed irraggiungibile addirittura in un mago che tutto invece può far avverare; un ormai fallito costruttore di grattacieli di periferia in abile mimo che danzerà con le sue bolle di sapone. Tanti personaggi che si trasformeranno grazie ai sogni. Tutti però hanno qualcosa in comune. Stanno aspettando il Natale che non hanno più incontrato da quando erano bambini, da quando in fondo hanno smesso di sognare. Per questo avranno bisogno del venditore di sogni.
"Christmas Circus Sognando il Natale..." farà immergere il pubblico nell'atmosfera magica fin da quando varcherà la porta del tendone: musiche di antichi organetti, gnomi, Babbo Natale, la casetta di zucchero, le lampadine di mille colori, il dolce zucchero filato.
Saranno allestiti laboratori di arti circensi rivolti ai più piccoli e tantissimi giochi. "Desideriamo che il pubblico torni a sognare con noi, che entri non solo fisicamente nella delicata atmosfera piena di poesia, che senta come un intruso ficcanaso il suo smartphone nella tasca".