Breaking News

UN SOGNO CHIAMATO "CIRCO"

Il giovane riminese Giacomo Zaghini porta avanti la sua passione, un pò diversa da quella dei suoi coetanei, la giocoleria. Completamente autodidatta ci racconta la sua storia fatta di sacrificio, passione e talento.

Mi chiamo Giacomo Zaghini, in arte Jack, ho quattordici anni abito a Sant'Arcangelo di Romagna e frequento l'Istituto Tecnico a Savignano sul Rubicone. Non provengo da nessuna famiglia circense ma sono veramente un grandissimo appassionato di quest'arte fin da piccolissimo. Sono sempre stato affascinato dal mondo del circo, che per me è un luogo magico dove la gente sogna ad occhi aperti.
La prima volta che mi sono esibito in pubblico come giocoliere è stata a 7 anni, in un mio piccolo spettacolo che avevo ideato e lo presentavo nelle piazze e durante eventi di vario tipo, tra cui anche feste e compleanni. Oggi ho 14 anni porto in giro nelle varie piazze dei paesi della mia regione il mio nuovo spettacolo "JACK SHOW CIRCUS".  Ultimamente sono stato ospite anche in vari circhi in cui mi sono esibito in pista come giocoliere ed equilibrista ai rulli, quest'ultimo sicuramente il mio preferito in quanto molto difficile e che richiede molta concentrazione.
Io penso che la vita del circo, sia una vita veramente bellissima e piena di felicità, certamente ci sono vantaggi e svantaggi, infatti, per portare un'attrazione in pista devi lavorare molto, allenarti costantemente e questo richiede ovviamente sacrificio perché il rischio di farti male c'è sempre. Ma ci sono anche tanti vantaggi come stare sempre insieme, esibirsi davanti al pubblico e ricevere da loro gli applausi che per un artista è la soddisfazione più grande.
Nel mio show ho sempre il supporto della mia famiglia, che mi ha sempre appoggiato nelle mie scelte. Mio padre spesso presenta i numeri e le mie sorelle mi aiutano passandomi gli attrezzi.
Ultimamente ho partecipato al casting di Italia's Got Talent, è stata un'esperienza davvero bellissima perchè sono stato a stretto contatto con tantissimi bravi artisti con cui ho potuto confrontarmi e prender anche degli insegnamenti sulla mia arte.
Per me ora l'arte della giocoleria è solo una passione, ma spero che molto presto diventi il mio lavoro. Il mio sogno è di diventare un grande artista ed esibirmi nei vari circhi sia italiani che esteri, perchè questo voglio che sia il mio mondo. Oggi purtroppo stiamo assistendo ad un periodo di crisi nel quale ovviamente anche il circo ne risente. Una causa è soprattutto dovuta a questi pseudo animalisti che sempre più temerari si oppongono all'utilizzo di animali, ma secondo me il vero ed unico spettacolo del circo è quello tradizionale, quello in cui si può assistere ai numeri con gli animali.