Breaking News

header ads

Messico. La nuova legge aprirebbe il ritorno degli animali nel circo

Gli animali potrebbero essere utilizzati in tutti i tipi di spettacoli e atti, compresi i circhi


L'iniziativa di General Welfare Law promossa dai deputati del National Regeneration Movement (Morena) prevede il ritorno della fauna selvatica alle tende da circo nel paese, una pratica vietata nel 2015.

Uno studio sul documento legislativo realizzato dalla National Alliance One Million of Hope, afferma che la proposta legislativa "sta lasciando le porte aperte all'uso degli animali selvatici, sia nella pratica pubblica che in quella privata".

La portavoce dell'agenzia, Ethel Frida Herrejón, ha detto a Notimex che gli animali potevano essere usati in tutti i tipi di spettacoli ed eventi, compresi i circhi.

In questa iniziativa, ha affermato, i deputati federali José Guadalupe Ambrocio Gachuz e Martha Olivia García Vidaña, i sostenitori, "non specificano nemmeno il tipo di animali che possono essere utilizzati".

Ha precisato che uno degli articoli spiega che l'uso degli animali non può essere, ma in seguito menziona la possibilità di utilizzare gli animali in pratiche sportive, spettacoli pubblici e privati, purché tutte le garanzie siano fornite all'animale.

Ha sostenuto che l'obiettivo dei deputati moravi è quello di smettere di riconoscere gli animali come "esseri senzienti", una lotta che è stata vinta a Città del Messico e negli Stati del Messico, Guerrero, Oaxaca e Sonora e ha lo scopo di trattarli come cose o oggetti

"Considerare gli animali suscettibili di appropriazione non significa ignorarli come esseri senzienti, né concedere loro il trattamento dei beni, ma piuttosto è inteso solo a stabilire un regime di obblighi dei proprietari e dei detentori" riguardo alla cura degli animali, ha detto.

Sarebbe impensabile, ha aggiunto, garantire il loro benessere senza adempiere a vari doveri da parte dell'essere umano.

Il capitolo V dell'iniziativa si riferisce agli animali utilizzati per sport e spettacoli.

"A questo punto è importante notare che il disegno di legge riconosce la sovranità delle entità federali a legiferare in materia, in modo che siano indicati solo gli obblighi per garantire il benessere, nonché fornire assistenza medica da un veterinario", ha detto.

Con questa riforma si prevede che la rabbia passerà da centri per il benessere degli animali a luoghi di sacrificio dove l'elettrocuzione continuerà.

Ha riconosciuto che anche quando c'è una sovrappopolazione di cani e gatti di 30 milioni a Città del Messico, prima della macellazione possono essere utilizzate altre soluzioni, come la sterilizzazione e l'adozione, dal momento che cercano di considerarli come un parassita e di sterminarli come tale.

Ha sottolineato che questa iniziativa risponde principalmente agli interessi economici, poiché è sostenuta da corrida, biscotti e persone che combattono il cane a fini economici. Chiamò di nuovo alla marcia che organizzano per protestare contro questa iniziativa domenica 28 luglio 2019 alle 12.00 dall'Angelo dell'Indipendenza allo Zocalo.