Le donne del circo, la storia

Una vita, anzi tre, al femminile trascorse in viaggio Le donne del circo sono affascinanti, splendide avvolte in costumi luccicanti m...

Una vita, anzi tre, al femminile trascorse in viaggio


Le donne del circo sono affascinanti, splendide avvolte in costumi luccicanti mentre volteggiano leggiadre sugli alti trapezi. Ma oltre ad essere bravissime artiste sono molto di più. La famiglia Bizzarro del "Circo Città di Roma", che recentemente ha montato il tendone a Gozzano ottenendo grande consenso dal pubblico, ha raccontato storie intime e personali, allegre e tristi, alcune note, altre segrete, ma tutte piene di passione. Tre donne nate e vissute sempre in viaggio, da una città all'altra, da un continente all'altro, tre vite senza mai fermarsi.
Loro sono Liliana e Rina (Caterina) Bizzarro, in arte le sorelle Florans, e la loro cognata, Ella Picard, tre signore con la "S" maiuscola. La famiglia Bizzarro vanta origini antiche nel mondo circense, originaria della Sicilia fu il nonna di Liliana e Rina ad iniziare questa attività che la sesta generazione porta avanti con orgoglio. Per rompere il ghiaccio sfatiamo due miti: il primo "Circensi si nasce ma si può anche diventare - così afferma Rina, grande domatrice che a Firenze, durante la terribile alluvione del 1966, riuscì a riprendere, praticamente a mani nude, una leonessa scappata dalla paura".
Il secondo: l'appartenenza al loro paese. Sempre Rina racconta: "In Sicilia non abbiamo solo una casa, ma abbiamo un pezzo di terra nostra dove possiamo andare quando siamo costretti a fermarci per qualche giorno. La Terra dunque, e anche qui la maiuscola è d'obbligo, come buen retiro, come luogo dove potersi rifugiare, ma solo temporaneamente, perchè se la sera non sentimao la musica di inizio spettacolo stiamo male".
Le donne del circo dicevano...donne trapeziste, domatrici, cavallerizze, ma soprattutto donne che lavorano e si allenano ogni giorno per moltissime ore, ma che badano soprattutto alla loro casa con le ruote, sempre pulita e accogliente.
Le donne del circo si innamorano, si sposano, cucinano, badano ai figli. All'occorrenza diventano infermiere, maestre, sarte, truccatrici, autiste di camion  e persino Miss Italia a Tunisi nel 1960 come Liliana che è anche una scrittrice e a breve uscirà il suo secondo libro.
Perchè sono speciali? Perchè tutto questo lo fanno in viaggio e con tutti i problemi che questo comporta, ma loro sono forti, sanno sempre come andare avanti nonostante i sispiaceri che la vita può riservare.
A proposito di donne del circo, si potrebbe definire così anche Laura Travaini, presidente di Scrittori e Sapori che al circo ha dedicato il suo ultimo libro "Quando il circo arrivò a Orta": "Ci sono storie di donne che fanno la differenza".
E, se abilità fisica e forza morale le contraddistinguono, la dimensione del sogno insieme alla bellezza, le rende uniche. La possibilità di incontrare, sotto il cuore pulsante di vita dello chapiteau ma lontano dalle luci dello spettacolo, grandi donne che hanno fatto la storia del circo internazionale, è stato per me motivo di grande onore.
Ascoltare, guardandole diritto negli occhi, Rina e Liliana, in arte le Sorelle Florans, e Elena Picard Bizzarro, mi ha permesso di vivere momenti unici. In particolare con Liliana, che è anche scrittrice, si è creato subito un rapporto dialogico profondo, che spero si mantenga nel tempo e che possa trasformarsi, almeno per una volta, in uno scrivere di circo a quattro mani

Di Luisella Mazzetti


Potrebbe interessarti...

STAMPA 8105505906646956377

DOV'E' IL CIRCO? SCOPRILO SUBITO

POPOLARI QUESTA SETTIMANA

item