NOTIZIE RECENTI

Circo Di Vienna: "Contro di noi solo falsità, venite a vedere"


Qui di seguito vi riportiamo il comunicato recapitato dal segretario del Circo Di Vienna alla redazione di ArezzoNotizie.

"Affermare che si è contrari al circo con gli animali è rispettabile, mentre dire che il circo tortura, maltratta o picchia i propri animali è una diffamazione bella e buona".

E' così che il segretario e tour manager del Circo di Vienna interviene pubblicamente cercando di porre un freno alle polemiche insorte con l'arrivo della compagnia circense a Bibbiena. Ad innescare l'acceso dibattito è stato proprio l'arrivo dello spettacolo dove, insieme ad artisti e giocolieri, sono inseriti anche animali. Una scelta niente affatto tollerata da parte degli animalisti e di una discreta fetta di popolazione che, a più riprese, ha dimostrato la propria contrarietà. Ma non solo. Nei giorni passati, ad esprimere il proprio dissenso è stato anche il primo cittadino casentinese Giampaolo Tellini che attraverso un post dove si è firmato "il sindaco di Chiusi della Verna dove San Francesco parlava agli animali" ha sottolineato come "tutto ciò squalifichi il Casentino, e il nostro far parte del parco delle foreste casentinesi". Ma Tellini non è stato il solo a prendere parola in difesa dei diritti degli animali. Molti hanno dimostrato avversità, soprattutto attraverso i social, senza risparmiarsi nella produzione di post carichi di aggressività e parole poco lusinghiere. 

In questo contesto si è inserito il segretario e tour manager del Circo di Vienna che, tastiera alla mano, è intervenuto in difesa del proprio lavoro e della compagnia stessa. 

"L'arrivo del nostro spettacolo a Bibbiena - scrive - sta creando numerose polemiche, alcune di tipo etico del tutto legittime, altre che sfociano in falsità e stereotipi che finiscono per diffamare il lavoro di persone oneste che si fanno "un mazzo tanto" per portare avanti con passione e mille sacrifici una tradizione artistica antichissima. Affermare che si è contrari al circo con gli animali è rispettabile, mentre dire che il circo tortura, maltratta o picchia i propri animali è una diffamazione bella e buona. Per spegnere questo clima di caccia alle streghe e per dare la possibilità di toccare con mano, invito chi fosse interessato alle condizioni dei nostri animali a farci visita in un giorno e orario a suo piacimento, anche senza preavviso. Poi ognuno può benissimo rimanere della propria idea, ma almeno lo si faccia in modo informato. A giudicare e valutare le condizioni degli animali c'è l'Ausl veterinaria che esegue controlli rigidissimi ad ogni tappa del circo. Gradirei si mantenessero toni educati in modo da potersi confrontare civilmente, sia sui social che nel reale".