NOTIZIE RECENTI

Circo: "L'appello alle Istituzioni Locali e Nazionali dello spettacolo viaggiante"


I direttori dei complessi circensi  italiani , e tutti i lavoratori ad essi collegati, nonché le attrazioni viaggianti di arene ginnastiche, auto acrobatiche , teatri di burattini artisti circensi, viste anche le precedenti missive a firma dell'ENC (ente nazionale circhi) e altre associazioni quali FEDEA, ANSAC, MOVIMENTO SPETTACOLO ITALIANO E ASSOCIAZIONI VETERINARIE inoltrate alla c.a.del Ministro Dario Franceschini e alle istituzioni di qualsivoglia livello, tutte rimaste inascoltate, rendono noto il loro stato assoluto di crisi e difficoltà socio/economica data l'impossibilità di esercitare la propria attività per le imposizioni dei DPCM emanati.
Con la presente tutti gli esercenti che si sono adoperati a censirsi nell'elenco allegato

CHIEDONO ai Comuni, alle Province, alle Regioni e a tutte le istituzioni locali 

di volersi adoperare per sostenere le famiglie e gli animali al seguito del circo mettendo in atto tutti i provvedimenti possibili per tutelarne il benessere e agevolarne la ripresa con alcune semplici azioni che possono tuttavia dare un importante contributo, e in particolare:

 1 concedere lo stazionamento nell'area sino alla ripresa delle attività;

 2 non gravare sulla precaria situazione economica degli esercenti con richieste di pagamento di tasse      per occupazioni suolo, rifiuti ecc;

 3 contattando le associazioni o le persone che possano fornire sostentamento gratuito agli animali a 
    seguito del circo;

 4 istituendo una raccolta fondi a favore dei circhi costretti allo stazionamento nella propria località;

 5 autorizzando in maniera agevole (a divieto concluso) gli spettacoli circensi e viaggianti di      
    qualsivoglia natura al fine di favorirne la ripresa;

CHIEDONO inoltre allo Stato Italiano nella persona del Ministro Franceschini 

 1 l'istituzione di un contributo straordinario da suddividersi ad ogni titolare di licenza in base al  
    numero di familiari, dipendenti a carico e numero di animali da mantenere;

 2 un esenzione dal pagamento di imposte statali (marche da bollo, irpef, contributi inps) per almeno      i prossimi 6 mesi

Si allega un elenco dei circhi e affini interessati allo stato di crisi e difficoltà, per dare un metro di valutazione sulla vastità dell'emergenza, volendo tener presente, che oltre alle citate persone e esemplari animali, ve ne sono quantomeno altrettanti , facenti parte del comparto relativo alle collaborazioni artistiche esterne alla famiglia titolari delle imprese e altrettanti che per motivi tecnici, non siamo riusciti a censire.
Si fa presente che solamente i sotto elencati firmatari rappresentano 61 imprese per un totale di 880 persone e 1087 animali.

Firmato i lavoratori del circo e dello spettacolo viaggiante.