NOTIZIE RECENTI

Circo. Le richieste da parte dello spettacolo viaggiante


Il comunicato completo a firma di Gianluca Cavedo

"Comunico che nella giornata di ieri, ho inoltrato il documento allegato e i dati che l'amico Luciano Ricci ha raccolto dal mondo del Circo. Voglio ringraziare per la disponibilità, i Deputati di Fratelli d'Italia Ciro Maschio, Fabio Rampelli e Federico Mollicone per non essersi dimenticati della nostra categoria. Un grande ringraziamento anche a tutti i Circhi, i Lunaparchisti, gli Artisti, e le Associazioni che hanno sottoscritto il documento. In questo momento di grande difficoltà l'unione fa la forza e sono certo che saremo in grado di rialzarci e di fare nuovamente sorridere L'ITALIA con la nostra Arte."

Richieste da parte dello spettacolo viaggiante
Considerata la situazione estremamente critica causata dalla diffusione dei casi da Coronavirus in varie regioni del territorio nazionale, oltre a provocare apprensione per tutti i cittadini, sta provocando danni irreversibili alla categoria dello spettacolo viaggiante, i rappresentanti nazionali di categoria delle Associazioni: Centro Servizi Circhi e Spettacoli Viaggianti; FEDEA; Movimento Spettacolo Italiano; ANSAC; e i Veterinari che seguono i Circhi, pongono l’attenzione agli enormi disagi di questi esercenti e lavoratori.

A tale scopo a nome della categoria, ci facciamo promotori presso il governo nazionale di azioni a sostegno delle attività imprenditoriali e lavorative penalizzate dall’emergenza sanitaria.

Chiediamo “Lo studio e l’attuazione di una serie di misure di sostegno e salvaguardia dello spettacolo viaggiante e di tutte le realtà economiche e imprenditoriali che gravitano intorno a questa categoria”, la cui attività risulta seriamente compromessa e in condizione di dover a breve chiudere definitivamente molte realtà. Categoria penalizzata anche indirettamente dalle misure previste per contrastare la diffusione del Coronavirus.

Per queste ragioni a nome di tutti gli esercenti dello spettacolo viaggiante, per darci un aiuto concreto e la possibilità di farci sopravvivere, chiediamo alle istituzioni di occuparsi anche della nostra categoria chiedendo in particolare:

Istituzione di un fondo solidarietà nazionale per le imprese e famiglie attingendo dal Fus, (Fondo Unico per lo Spettacolo).
Esenzione temporanea di versamento dei tributi e delle utenze per tutte le categorie dello spettacolo, (plateatici, elettricità, acqua ecc).
Aiuti economici per i titolari delle attività, che devono mantenere oltre la loro famiglia anche tutti i dipendenti.
Sostegno economico per coloro che hanno animali da mantenere e curare.
Ridateci la possibilità di fare nuovamente sorridere l’Italia con la nostra Arte!

Non condannate a morte lo Spettacolo dal Vivo.

In Rappresentanza

Gianluca Cavedo