NOTIZIE RECENTI

Il Circo Acquatico ringrazia i mazaresi per la grande solidarietà dimostrata con i fatti. Il Circo seppur fermo pensa al domani…


Circa due settimane fa la nostra redazione sollevò il caso del Circo Acquatico fermo a Mazara del Vallo da giorni per l’emergenza Covid19, in particolare per le disposizioni governative che avevano bloccato ogni forma di manifestazione all’aperto.

Evidenziammo la necessità di beni di prima necessità, considerato che lo stesso sodalizio non aveva entrate, per i 20 componenti del circo e agli animali al seguito. Raccogliemmo l’appello del suo proprietario, Danilo Dell’Acqua, che ci informò che lo stesso Circo aveva subito pure l’interruzione dell’energia elettrica a seguito della scadenza del contratto a tempo. Ad ogni modo il proprietario privato dello spazio, presso il lungomare San Vito, riservato ad attività circensi, concesse al Circo di potere sostare senza nessun problema.

Si mise in moto una rete di solidarietà cittadina per garantire il sostentamento quotidiano al Circo, un intensa attività coordinata dal servizio di Protezione Civile comunale grazie alle diverse associazioni presenti sul territorio; si attivò anche la Diocesi con la Caritas; insomma una vera e propria prova concreta di grande solidarietà e vicinanza al Circo che ha ricevuto alimenti quasi quotidianamente e donazioni anche da privati cittadini, vedi le pizze ricevute qualche sera fa.

Adesso abbiamo ricevuto una nota da parte dello Danilo dell’Acqua (vedi in foto di copertina) che evidenzia il sostegno e la benevolenza ricevuta dai mazaresi per l’emergenza Covid19. Il direttore del Circo Acquatico ringrazia così: “Il circo è forte e non molla, uniti si va avanti, grazie alla comunità di Mazara del Vallo”. Una fitta rete di solidarietà è partita, il sostentamento quotidiano è arrivato dalle istituzioni, dalla Diocesi di Mazara del Vallo, dai mazaresi e dal signor Pipitone proprietario dell’area dove sostiamo, perchè  nonostante la scadenza del contratto, abbiamo avuto la possibilità di continuare a restare vista l’emergenza”.

Il general manager Roberto Lo Nardo aggiunge: “In questo momento ci dedichiamo al nostro circo per mantenere il benessere della nostra attività e garantire tutti, grazie alla dedizione e all’amore per il circo di Danilo Dell’Acqua”.

Intanto al Circo Acquatico non manca la tenacia e il coraggio, i circensi uniti si danno forza e giornalmente le famiglie che lo vivono si dedicano alle attività di manutenzione del complesso circense. I bambini studiano e non manca il desiderio di tornare in pista, Gabriel è la star del Circo Acquatico figlio di Danilo e Anita Canestrelli, appena 10 anni si innalza giornalmente con le sue verticali ed è la speranza che illumina le giornate per mamma Anita sua grande maestra.

Di Francesco Mezzapelle

Nessun commento