NOTIZIE RECENTI

Il Circo Grioni ha riaperto il suo tendone. Niente show ma ora possono fare prove

Gara di solidarietà per gli animali "Regaleremo l'ingresso ai bambini"


Dopo più di due mesi dall'inizio dell'emergenza sanitaria da Coronavirus, c'è una schiarita nella vicenda della famiglia circense dei fratelli Grioni, titolari del Circo Italiano, fermo nel parco Sampò di Bussolengo dal lockdown.
Domenica infatti, una piccola grande vittoria per i circensi che sono riusciti a installare il tendone, ripulito meticolosamente e sanificato. ma il traguardo dello spettacolo scaccia crisi è purtroppo ancora lontano.

Lo spiega Marco Grioni: "Con il benestare dell'amministrazione, oggi abbiamo installato il tendone che è la nostra casa e che non vedevamo da quasi tre mesi. Un circo senza il tendone non esiste. Ma non c'è ancora all'orizzonte nessuno spettacolo e nessun biglietto in vendita. Di positivo c'è che ora almeno abbiamo la possibilità di provare in un ambiente idoneo. Per mantenere i contatti con questo paese che ci ha accolto e sostenuto in questo periodo di difficoltà, pubblicheremo sulla nostra pagina gli orari delle prove generali dello spettacolo, sabato e domenica prossimi, affinchè dall'esterno, passeggiando, con le dovute cautele, tutti potranno osservare. Grazie al sindaco e a tutti i bussolenghesi."

Il Circo Grioni era arrivato a Bussolengo da Valeggio, dove aveva tenuto l'ultimo spettacolo. Poi il blocco dovuto alle misure contenitive della diffusione del Coronavirus, col divieto degli spettacoli e la crisi che si abbatte sulla piccola comunità circense formata da una quindicina di persone, due famiglie e qualche addetto.
Non è mancata, anche grazie agli appelli sul giornale "L'Arena", la solidarietà del paese, attraverso la Caritas, e altri canali, che hanno fatto arrivare cibo per i quattro animali della piccola fattoria didattica.

Commenta il sindaco Roberto Brizzi: "I ragazzi del Circo Grioni sono stati letteralmente adottati da Bussolengo e anche l'amministrazione comunale, per quanto le compete, ha cercato di favorire la ripresa di questa attività. Intanto possono allenarsi in un luogo idoneo e il primo spettacolo sarà dedicato, come hanno promesso, a tutti i bambini del paese."

Fonte L'Arena di Verona


Nessun commento