NOTIZIE RECENTI

Il Circo Madagascar Maya Orfei riparte con la grande festa dedicata alla Protezione Civile

Serata all'insegna dello spettacolo e della commozione ad Ancona


Lo avevano promesso, con il cuore in mano e qualche lacrima di commozione hanno mantenuto questa promessa. Serata da incorniciare al Circo Madagascar Maya Orfei dove il primo spettacolo dopo oltre tre mesi di fermo dovuto al lockdown è stato dedicato proprio agli operatori della Protezione Civile che in questo periodo si sono presi a cuore il destino di questo circo, artisti e animali compresi.

Per quasi 100 giorni la Protezione Civile ha garantito pasti ma anche assistenza in genere. Una generosità che questi artisti non hanno dimenticato al punto tale che avrebbero potuto andare via da Ancona a fine giugno ma hanno preferito rimanere per sdebitarsi proprio con la Protezione Civile facendo slittare le date previste per San Benedetto del Tronto, prossima meta con il circo che resterà ad Ancona fino al 12 luglio.

Una serata quella andata in scena ieri sera senza dubbio commovente con tutti gli artisti che ad un certo punto si sono schierati al centro della pista chiamando i responsabili della Protezione Civile per la consegna di una targa. Un legame con la città di Ancona che resterà per sempre nella storia del Circo Madagascar che proprio nel capoluogo di regione ha visto nascere una zebra ma a breve ci potrebbe essere un secondo evento.

Due gli spettacoli previsti ad Ancona zona stadio Del Conero, da qui al 12 luglio alle 18 e alle 21.15 sempre nel rispetto delle normative anti Covid.


Nessun commento