NOTIZIE RECENTI

Il circo "Orfei" lascia S. Teresa dopo sette mesi: il Comune "autorizza" il trasferimento

A sette mesi dal suo arrivo, la comunità circense lascia Santa Teresa. Ieri si è infatti concluso il trasloco dall’area del torrente Agrò verso Messina della imponente carovana del circo “Orfei Darix Martini”, formata da 150 persone tra cui 30 bambini, 80 autosnodati e 2 uffici direzionali, giunta nella cittadina jonica tra fine febbraio e inizio marzo per mettere in scena gli spettacoli che però sono stati bloccati dalla pandemia esplosa in Italia proprio in quei giorni. 

Un lungo periodo di permanenza che ha visto i cittadini di Santa Teresa e dei paesi limitrofi dimostrarsi solidali con i circensi, aiutati in questi mesi con continue donazioni di beni alimentari e di prima necessità, consegnati sia dai privati che dai Comuni. Le amministrazioni comunali del comprensorio hanno contribuito elargendo anche contributi economici e bonus per sostenere la carovana del circo, bloccata dall'emergenza sanitaria e dunque senza gli introiti degli spettacoli, cercando di non far mancare nulla per permettere ai 150 circensi di affrontare la permanenza a Santa Teresa senza difficoltà. 

Nei giorni scorsi il Comune, dopo la richiesta del titolare del circo per la registrazione e assegnazione del codice identificativo di nuova attrazione, ha incaricato l’ing. Francesco Russo di Santa Teresa di redigere la relazione di collaudo statico di una tensostruttura in acciaio e tendone di copertura in pvc, che sarà montata nella prossima località di destinazione della carovana: una procedura resasi necessaria in quanto il circo ha deciso di impiegare un struttura più piccola per gli spettacoli, il cui utilizzo va autorizzato dalla Commissione comunale di vigilanza locali pubblico spettacolo al cui interno non era però presente un ingegnere con competenze strutturali. La spesa a carico dell’Ente è stata di 1.268 euro. Nell’area occupata finora dalla carovana del circo sarà allestito nelle prossime settimane il cantiere per la demolizione e ricostruzione del ponte Agrò sulla Strada statale 114.

Di Andrea Rifatto

Fonte www.sikilynews.it del 14/10/2020


Nessun commento